Nota alla Relazione sulla Gestione

Nota alla Relazione sulla Gestione

Il bilancio consolidato del Gruppo Generali al 31 dicembre 2014 è stato redatto adottando i principi contabili internazionali IAS/ IFRS emanati dallo IASB ed omologati dall’Unione Europea, in conformità al Regolamento Comunitario n. 1606/2002, al D.lgs. 58/1998, modificato dal D.lgs n. 259/2010 e al D.lgs 209/2005, così come modificato dal D.lgs. n. 32/2007.

In questa relazione annuale vengono presentati i prospetti di bilancio e di nota integrativa consolidati conformi al Regolamento ISVAP n. 7 del 13 luglio 2007 e sue successive modificazioni, e le informazioni della Comunicazione Consob n. 6064293 del 28 luglio 2006. Come consentito dal citato Regolamento ISVAP, il Gruppo Generali ha ritenuto opportuno integrare i prospetti contabili consolidati con specifiche voci e fornire maggiori dettagli nei prospetti di nota integrativa, in modo da soddisfare anche i requisiti previsti dai principi contabili internazionali IAS/IFRS.

Il Gruppo si è avvalso della facoltà prevista dall’art. 70, comma 8, e dall’art. 71, comma 1-bis del Regolamento Emittenti, di derogare all’obbligo di pubblicazione dei documenti informativi prescritti in relazione a operazioni significative di fusione, scissione, aumento di capitale mediante conferimento di beni in natura, acquisizioni e cessioni.

Al 31 dicembre 2014 l’area di consolidamento è passata da 480 a 473 società, di cui 426 consolidate integralmente e 47 valutate con il metodo del patrimonio netto.

La presente relazione è redatta in euro (che rappresenta la valuta funzionale nella quale opera la società che redige il consolidato) e gli importi sono esposti in milioni arrotondati alla prima cifra decimale, a meno che diversamente indicato, con la conseguenza che la somma degli importi arrotondati non in tutti i casi coincide con il totale arrotondato.

In data 14 luglio 2014 il Gruppo Generali ha concluso un accordo per la cessione del 100% di BSI Group. Nel mese di ottobre il Gruppo ha altresì stipulato l’accordo per la vendita delle società argentine La Estrella, Caja ART e Caja de Retiro. In attesa del rilascio delle necessarie autorizzazioni regolamentari, in applicazione all’IFRS 5, il Gruppo BSI e le società argentine in fase di cessione sono stati riclassificati come gruppo in dismissione posseduto per la vendita. Conseguentemente tali partecipazioni non sono state escluse dal consolidamento, ma sia il totale delle attività e passività che il risultato economico, al netto degli effetti fiscali, sono stati rilevati separatamente nelle specifiche voci degli schemi di bilancio. I dati comparativi dello nella presente relazione sono stati rideterminati, escludendo dal perimetro di consolidamento le attività non correnti o gruppi in dismissione possedute per la vendita, nonché vendute durante il periodo.

Per una descrizione degli indicatori alternativi di performance presentati nella presente relazione si rimanda alla nota metodologica.

La Relazione sulla Gestione è redatta non solo in ottemperanza alla normativa in vigore ma anche secondo gli Elementi del Contenuto e i Principi Guida previsti dall’International Framework pubblicato a dicembre 2013 dall’International Integrated Reporting Council (IIRC).

La connessione tra Elementi del Contenuto e sezioni del documento viene così rappresentata:

I Principi Guida vengono di seguito singolarmente trattati.

Il Focus strategico e orientamento al futuro trova applicazione in tutto il documento.

Secondo il principio della Connettività delle informazioni, il report deve rappresentare la combinazione, le correlazioni e le dipendenze fra i fattori che influiscono sulla capacità di creazione di valore nel tempo. Le principali forme di connettività che Generali mostra avvengono tra informazioni qualitative e quantitative, finanziarie e non finanziarie, capitali identificabili negli stakeholder e informazioni coerenti con quelle incluse in altri strumenti di comunicazione. Altri elementi che migliorano la connettività delle informazioni e l’utilità complessiva del report sono una struttura logica e ben rappresentata nonché riferimenti incrociati (la componente grafica contribuisce ulteriormente al raggiungimento del principio) e un linguaggio chiaro e, laddove eccessivamente tecnico, spiegato attraverso rimandi al glossario. Inoltre, Generali pubblica sul proprio sito istituzionale il suo Rendiconto Annuale Integrato in versione navigabile, strumento che enfatizza ulteriormente la connettività delle informazioni.

Generali intrattiene Relazioni con gli stakeholder in modo da comprendere e soddisfare le loro esigenze, soprattutto informative. Il processo di stakeholder engagement promosso dal Gruppo ha interessato le seguenti categorie di stakeholder: comunità finanziaria (analisti e investitori), comunità (mondo accademico) e dipendenti.
In particolare, Generali incontra regolarmente i membri della comunità finanziaria, partecipando a roadshow, incontri e conferenze di settore (ci sono stati ben 35 momenti di dialogo nel 2014). A seguito della presentazione dei risultati a fine 2013, è stata colta l’occasione per interrogare gli investitori anche sulla nuova informativa resa disponibile da Generali (Rendiconto Annuale Integrato, Financial Supplement e semplificazione della Presentazione dei risultati al mercato).
Feedback e suggerimenti sulle modalità di implementazione del report integrato sono stati poi raccolti tramite questionari nel corso del 2014 durante la presentazione del documento stesso sia a un centinaio di studenti presso le università di Trieste, Udine, Venezia (Ca’ Foscari) e Milano (Bocconi) che a dipendenti del Gruppo.
Dialoghiamo regolarmente con i legislatori e le istituzioni europee al fine di mantenere buone relazioni e assicurare il rispetto della normativa. Offriamo inoltre le nostre competenze e contribuiamo alle consultazioni pubbliche per la definizione di nuove misure di legge, fornendo il nostro punto di vista in modo da tutelare le specificità del Gruppo e del settore assicurativo. In futuro, Generali continuerà a rafforzare ulteriormente le sue azioni relative allo stakeholder engagement; in tal modo potrà esser attuato un maggiore allineamento al processo di determinazione della materialità come proposto dall’IIRC.

Secondo il principio della Materialità, infatti, il report deve contenere solamente le informazioni necessarie a spiegare ai fornitori di capitale finanziario come un’organizzazione crei valore nel tempo. Generali ritiene che tale valore sia generato concentrandosi sui seguenti stakeholder primari: la comunità finanziaria, i dipendenti, i clienti, la forza di vendita e i legislatori. Pertanto, gli aspetti che potrebbero influenzare in modo significativo la capacità del Gruppo di creare valore nel tempo sono quelli legati a tali cinque gruppi di stakeholder.
Al fine di definire gli aspetti materiali, Generali si è basata su strumenti strategici di controllo di gestione, come il piano strategico e il Quarterly Business Review (QBR).

Il Rendiconto Annuale Integrato risponde inoltre al principio di Sinteticità come indicato nel diagramma seguente

Per quanto riguarda Attendibilità e completezza, la Relazione Annuale Integrata è supportata da un sistema informativo strutturato, che elabora le informazioni finanziarie e non finanziarie. Ciò permette a Generali di aumentare l’omogeneità e l’affidabilità di entrambi i tipi di informazioni. Per quanto riguarda il perimetro di rendicontazione, gli indicatori di performance si riferiscono a tutto il Gruppo, a meno che non sia diversamente indicato.

Secondo il principio di Coerenza e comparabilità, il report fornisce informazioni in linea con il periodo precedente (le eventuali variazioni di criteri applicati sono evidenziati nel paragrafo successivo) e con gli obiettivi strategici annunciati.

Variazione della presentazione degli indicatori di performance del gruppo

Tutti gli indicatori economici e di performance comparativi inseriti nella presente relazione sulla gestione sono stati rideterminati in linea con l’attuale perimetro di consolidamento e con la rivisitazione dell’informativa per segmento di attività. Per quest’ultima si veda quanto riportato nel paragrafo “Informativa per segmento di attività” in Criteri generali di redazione e di valutazione della Nota integrativa.

Si segnala pertanto che le variazioni indicate nella relazione sulla gestione sono a perimetro omogeneo, escludendo dal periodo comparativo le suddette attività cessate o discontinue con riferimento al 31.12.2014.

Come sopra anticipato, i KPI comparativi contenuti nella presente relazione sono stati ricalcolati come segue:

31.12.2013 come precedentemente pubblicatovariazione perimetro e informativa per segmento31.12.2013 dato pubblicato
Premi lordi emessi 66.055 -174 65.881
Premi lordi emessi vita 45.115 -174 44.941
Premi lordi emessi danni 20.940 0 20.940
Raccolta netta 8.702 -144 8.557
Risultato operativo 4.207 -136 4.071
Vita 2.645 -59 2.585
Danni 1.616 3 1.619
Holding e altre attività 129 -1 128
Elisioni intersettoriali -182 79 -262
Risultato non operativo -1.805 226 -1.578
Investimenti 342.036 -20.028 322.008