Situazione patrimoniale e finanziaria

Situazione patrimoniale e finanziaria

Investimenti

(in milioni di euro)31.12.2014Composizione (%)31.12.2013Composizione (%)
Strumenti di capitale 12.983 4,0% 13.234 4,7%
Strumenti a reddito fisso 286.056 89,2% 242.233 86,6%
  Titoli di debito 261.255 81,2% 219.992 78,6%
  Altri strumenti a reddito fisso 24.801 7,7% 22.241 7,9%
Investimenti immobililiari 9.881 3,1% 9.649 3,4%
Altri investimenti 5.039 1,6% 4.389 1,2%
  Partecipazioni in controllate, collegate e joint ventures 4.282 1,3% 3.483 1,2%
  Derivati -71 0,0% 414 0,1%
  Altri investimenti 829 0,3% 492 0,2%
Disponibilità liquide e mezzi equivalenti 6.624 2,1% 10.219 3,6%
Totale investimenti 320.583 100,0% 279.724 100,0%
Attività finanziarie collegate a contratti unit e index-linked 67.707   59.116  
Totale investimenti complessivi 388.290   338.840  

Al 31 dicembre 2014 il totale degli investimenti complessivi del segmento vita registra un incremento del 29,14% rispetto al 31 dicembre 2013, attestandosi a 388.290 milioni. Gli investimenti di Gruppo si attestano a € 320.583 milioni (+ 14,61% ) mentre gli investimenti collegati a contratti linked sono pari a € 67.707 milioni (+ 14,53%).

L’esposizione verso i titoli a reddito fisso registra un incremento attestandosi all’ 89,2% (86,6% al 31 dicembre 2013) mentre, pur a fronte di un lieve aumento in termini assoluti, l’incidenza degli strumenti di capitale registra una flessione attestandosi al 4,1% ( 4,7% al 31 dicembre 2013). In termini di incidenza percentuale, pur sempre a fronte di una sostanziale stabilità in termini assoluti, registra una diminuzione anche l’investimento immobiliare del Gruppo al 3,3% (3,7% al 31 dicembre 2013). Prosegue infine la riduzione dell’incidenza delle disponibilità liquide e altri mezzi equivalenti che si attesta al 2,1% ( 3,7% al 31 dicembre 2013).

Con riferimento alla composizione del portafoglio degli investimenti obbligazionari, l’esposizione verso i titoli governativi risulta in crescita, attestandosi € 150.538 milioni ( € 122.274 milioni al 31 dicembre 2013), con un’incidenza sul portafoglio obbligazionario pari al 57,6% ( 55,6% al 31 dicembre 2013). La variazione del periodo è ascrivibile principalmente all’incremento di valore registrato dagli investimenti durante l’anno.

Anche la componente corporate mostra un incremento attestandosi a € 110.717 milioni ( € 97.718 milioni al 31 dicembre 2013). Ciononostante la relativa incidenza sul portafoglio obbligazionario registra una flessione attestandosi al 42,4% (44,4% al 31 dicembre 2013). La crescita è ascrivibile sia all’incremento di valore degli investimenti che, seppur in maniera inferiore, agli acquisti netti effettuati nell’anno.

Infine, la duration media del portafoglio obbligazionario si attesta a 8,2 anni (7,3 anni al 31 dicembre 2013), coerentemente con la strategia di ALM del Gruppo.

31.12.201431.12.2013
Redditività corrente netta(*) 3,6% 3,8%
Harvesting rate 0,6% 0,6%
Redditività di conto economico 4,5% 4,4%

(*) Al netto degli ammortamenti del periodo.

La redditività netta corrente degli investimenti del segmento vita registra una contenuta flessione passando da 3,8% al 31 dicembre 2013 al 3,6%, con i relativi redditi che si attestano a € 10.987 milioni (€ 10.517 milioni al 31 dicembre 2013).

Il contributo al risultato del periodo derivante dalle operazioni di harvesting rimane stabile attestandosi allo 0,6% (al 31 dicembre 2013), beneficiando del miglioramento di tutte le sue componenti.

Passività verso gli assicurati del segmento vita

PASSIVITA’ VERSO GLI ASSICURATI DEL SEGMENTO VITA

Senza tener conto delle passività differite verso gli assicurati, le riserve tecniche e passività finanziarie del segmento vita si attestano a € 347.183 milioni; l’incremento a perimetro omogeneo del 6,9% riflette sia l’incremento delle riserve relative al portafoglio tradizionale (+5,2% a perimetro omogeneo) che quello registrato dalle linked (+14,5% a perimetro omogeneo), per effetto combinato della raccolta e del recupero dei mercati finanziari.

Infine, la voce delle Passività differite verso gli assicurati aumenta a € 25.300 milioni (€3.999 milioni al 31 dicembre 2013) a seguito degli incrementi di valore degli investimenti, in particolare alla componente obbligazionaria.