Ottimizzazione della solidità patrimoniale

Ottimizzazione della solidità patrimoniale

Solvency I pro-forma a 164%

Il Solvency I ratio si attesta a 156% (+15 p.p.) con un’eccedenza pari a € 10,4 miliardi grazie alle attività di rafforzamento patrimoniale e nonostante l’acquisizione del restante 24% di Generali PPF Holding. Tenuto conto anche della vendita di BSI, l’indice su base pro-forma si attesta a 164%, superando così il target previsto per il 2015.

Solvency I pro-forma a 165%

"I risultati ottenuti nell’anno mostrano come la performance operativa e la solidità patrimoniale del Gruppo continuino a migliorare nonostante lo scenario di mercato avverso e grazie alla strategia messa in atto, dalla quale ci attendiamo un ulteriore contributo negli anni a venire nel percorso di generazione del valore per tutti gli stakeholder"
Alberto Minali, Chief Financial Officer

Operating return on equity over the cycle a 13,2%

L’Operating return on equity (ROE) attestandosi al 13,2% risulta in crescita rispetto all’11,7% di fine 2013 per effetto principalmente del positivo andamento dei risultati operativi assicurativi.

Operating return on equity a 13,2%

  • Interest coverage ratio 5,3x;
  • Leverage ratio 38,5%

Il Leverage Ratio al 38,5% e l’Interest Coverage Ratio a 5,3x sono calcolati al netto dell’attività di prefinanziamento delle scadenze del 2015.

Il miglioramento di 1,1 pp del Leverage Ratio rispetto a fine 2013 è conseguenza della riduzione del debito finanziario per € 1.000 milioni, di cui € 500 milioni relativi ad un bond in scadenza nel 2015 già prefinanziato. L’aumento dell’Interest Coverage Ratio di 1,1x è legato sia al miglioramento della redditività del Gruppo che alla riduzione degli interessi passivi derivante dal rifinanziamento a tassi inferiori e dalla riduzione netta dello stock del debito.

Interest coverage ratio e leverage ratio

  • Net Free Surplus 2 mld
  • Net Free Cash before Dividends 1,2 mld

Il Net Free Surplus è in linea con quanto prodotto nell’esercizio 2013 e con il target 2015. La conferma di tale livello di NFS dimostra la solida capacità del Gruppo Generali nella produzione di valore.
Anche il Net Free Cash before Dividends è in linea con quanto prodotto nel 2013 e con il target al 2015, anche considerando il remittance ratio che si attesta al 73%.